Browsing Tag

Viaggio

Processed with VSCO with hb2 preset
Travel

The Gritti Palace – Venezia

I primi di Gennaio sono stata ospite del “The Gritti Palace”, un hotel Luxury Collection a Venezia,  dove storia e cultura si incontrano in una rinnovata tradizione veneziana, una perfetta fuga dalla vita milanese. Un luogo magico con una vista spettacolare sulla laguna, ricco di arte e di eleganza, piacevolmente accogliente e ideale per un weekend romantico o di svago con gli amici.

Il palazzo che ospita l’hotel è stato totalmente restaurato, riportando alla luce i soffitti originali in legno, il pavimento originale della hall, gli specchi delle consolle, le lampade da parete del XVIII secolo, realizzate a mano a Murano (una delle mie cittadine preferite tra l’altro).

Una delle cose che amo di più di questa città oltre ai vicoletti mozzafiato? La cucina! E se passate un weekend a Venezia non potete perdervi la cucina del ristorante “Il club del doge” che accoglie i suoi ospiti direttamente sul Canal Grande dove un ambiente accogliente e un’autentica cucina di classe rendono ogni esperienza culinaria indimenticabile e in perfetto stile italiano! Lasciatevi sorprendere e guidare dai piatti deliziosi dello chef Daniele Turco che vi presenta una vasta scelta di gastronomia e sapori autentici.

Se tra una gita a Burano e una visita a Piazza San Marco vi viene ancora fame vi consiglio anche di fare tappa al “Vecio Fritolin”, deve il suo nome ai “fritolini” ovvero i luoghi dove sin dal ‘700 il popolo poteva acquistare il pesce appena fritto.

Ogni volta che vado a Venezia m’innamoro come se fosse la prima volta, fatemi sapere quali sono i vostri posti del cuore!

At the beginning of January I was a guest of “The Gritti Palace”, a Luxury Collection hotel in Venice, where history and culture meet in a renovated Venetian tradition, a perfect getaway from the crazy life of Milan. A magical place with a spectacular view of the lagoon, full of art and elegance, pleasantly warm and ideal for a romantic weekend or leisure with friends.
The building that houses the hotel has been totally restored, bringing to light the original wooden ceilings, the original floor of the hall, the mirrors of the console, from the eighteenth century wall lamps, handmade in Murano (one of my towns favorites among other things).
One of the things I love most about this city in addition to stunning views? The kitchen! And if you spend a weekend in Venice you can not miss the kitchen of the restaurant “Il Club del Doge” that welcomes guests directly on the Grand Canal, where a welcoming and authentic cooking class environment make every unforgettable culinary experience and in perfect Italian style ! Let us surprise you and guide you with delicious dishes of the chef Daniele Turco bringing to you a wide choice of food and authentic flavors.
If between a trip to Burano and a visit to Piazza San Marco you are still hungry I suggest you also make a stop at the “Vecio Fritolin”, owes its name to “fritolini” or places where since ‘700 people could buy freshly fried fish.
Every time I go to Venice I fall in love as if it were the first time, let me know what are your places of the heart!

IMG_9121

Processed with VSCO with hb2 presetIMG_9126IMG_9350   IMG_9314Processed with VSCO with c7 preset   IMG_9398     IMG_9379 IMG_9160IMG_0070IMG_0258IMG_9931IMG_9860   IMG_9997IMG_9808

_5ga0944
Travel

Discovering Falisia Resort

Lo scorso weekend l’ho passato in un in un luogo speciale: il Falisia, a Luxury Collection Resort & Spa, a Portopiccolo Sistiana sulla costiera di Trieste. Un’atmosfera magica, stanze e suite di raffinata eleganza; la suite Falisia ha un ampio terrazzo di 65 metri quadrati con una splendida vista mare sulla Piazzetta di Portopiccolo. Il servizio non lascia nulla al caso, a partire dai pasti che sono veramente deliziosi e curati nei minimi dettagli.

La prima sera ho cenato con del pesce crudo fantastico e dei tagliolini alle vongole che credo di potere definire i migliori assaggiati fino ad ora, se mi avete seguita su Instagram avrete sicuramente visto le portate! Una delle parti migliori dell’hotel è la spiaggia privata con piscina, purtroppo il tempo non è stato dalla nostra parte ma abbiamo ripiegato sulla medical SPA, un vero momento di relax, che vi consiglio di non perdere! Il secondo giorno abbiamo avuto il piacere di visitare il castello di Miramare, realizzato dalla famiglia d’Asburgo intorno a metà dell’ottocento. La location panoramica è davvero molto suggestiva, l’immenso parco con vista mare ti lascia senza fiato! Adesso vi scrivo da Lisbona! Non vedo l’ora di raccontarvi tutto anche di questa magica città!

 

I spent last weekend in a special place: the Falisia, a Luxury Collection Resort & Spa, at Portopiccolo Sistiana on the Trieste coast. A magical atmosphere, the rooms and suites of refined elegance; the Falisia suite has a large 65 square meter terrace with a beautiful sea view on the Piazzetta of Portopiccolo. The service leaves nothing to chance, starting from meals that are truly delicious and lovingly cared for.

The first night I had the most amazing dinner with raw fish and tagliolini with clams that I think I could call them the best tasted until now, if you have followed me on Instagram you’ve probably seen all the delicious dishes! One of the best parts of the hotel is the private beach with swimming pool, unfortunately the weather was not on our side but we folded on medical SPA, a true moment of relaxation, which I advise you don’t miss! The second day we had the pleasure to visit the castle of Miramare, built by the Habsburg family around mid-nineteenth century. The scenic location is really very impressive, the huge park with sea view leaves you breathless! Now I am writing from Lisbon! I can not wait to tell you everything even this magical city!

 _5ga0671   _5ga0860 _5ga0874 _5ga0944 lux4311wn-177799-beach-club-portopiccolo   lux4311fc-196301-relax-area lux4311ex-177802-falisia-a-luxury-collection-resort-spa-portopiccolo img_1017-2        img_1284img_1019 img_1092

img_1127img_1163img_1248img_1255Processed with VSCO with c6 preset

 

Processed with VSCO with c7 preset
Diary

From Mexico With Love

“…I want to dance by water beneath the Mexican sky
drink some Margaritas by a string of blue lights…” suonava un famoso tormentone dello scorso anno. Ebbene, sono riuscita a realizzare anche questo piccolo sogno: circa due settimane fa sono stata in Messico per la prima volta e mi sono davvero innamorata del suo cielo, credetemi è magico.

Il nostro viaggio è iniziato da Celestún, dove abbiamo alloggiato nella meravigliosa atmosfera dell’Hotel Xixim. Un resort strutturato in bungalow con accesso diretto alla spiaggia, un vero e proprio paradiso. Le 12 ore di viaggio e il jet-lag non hanno rappresentato un grosso problema perché ad aspettarmi c’era un’acqua cristallina e una comodissima amaca su cui sdraiarmi!

Nel primo pomeriggio abbiamo visitato in barca la Riserva della Biosfera Ría di Celestún, immersa in una foresta di mangrovie (l’acqua infatti è color rosso) e vedere tutte quelle specie animali da cosi vicino mi ha emozionato tantissimo! I Pink Flamingos selvatici sono stati in assoluto i miei preferiti!

La nostra seconda tappa è stata la capitale dello Yucatàn, la città di Mérida, in cui abbiamo avuto la possibilità di visitare le bellissime e coloratissime vie (chiamate calle) e assaporare i piatti tipici. Come ben sapete, seguendomi su Instagram, sono fan del cibo messicano e i nachos preparati sul momento del ristorante La Chaya Maya La Casona erano davvero fantastici.

Scendendo verso sud, ho alloggiato nell’Hotel Hacienda Temozon che fa parte della Luxury Collection ed è stato uno dei miei preferiti. Qui si respirava l’atmosfera maya proprio come si pensa nell’immaginario comune.

Il momento più emozionante è stato visitare le rovine Uxmal, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Sono rimasta a bocca aperta dalla bellezza millenaria di queste piramidi.

Le emozioni non sono finite: il Cenote di Xocenpich è un luogo magico che vi consiglio assolutamente. Queste antiche grotte contengono acqua dolce freschissima, l’ideale per fare un tuffo viste le temperature altissime. Ma ancora meglio è stato visitare quello di Tecoh, profondo più di 40 metri e che si raggiunge lanciandosi attraverso funi, tornando bambini.

Il nostro viaggio è proseguito verso Chichén Itzá dove abbiamo continuato la nostra esplorazione nella cultura maya. Il tempio è inserito nella lista delle sette meraviglie del mondo. Il sito si estende con imponenti strutture in pietra, ma il vero protagonista è il tempio di Kukulkàn: una piramide con scalinate infinite!

Una tappa da non perdere in Messico? Rosas Y Xocolates, che ha vinto il premio come miglior ristorante del Paese, e in più è tutto rosa! Andateci per pranzo e vi assicuro che farete foto bellissime.L’ultimo giorno abbiamo visitato IZMAL, la città gialla, per via del colore predominante nella costruzione delle case. Il mio viaggio in Messico è stato sicuramente uno dei più impegnativi di questo 2016, ricco di piacevoli scoperte, ma un’esperienza unica che vi consiglio vivamente!

 

“… I want to dance by water beneath the Mexican sky drink some margaritas by a string of blue lights … ” he resounded a famous catchphrase of last year. Well, I could also make this little dream: about two weeks ago I went to Mexico for the first time and I’m really in love with its heaven, believe me it is magical.

Our trip started from Celestún, where we stayed in the wonderful atmosphere of Hotel Xixim. A resort divided into bungalows with direct access to the beach, a real paradise. The 12 hours of travel and jet lag has not been a big problem because it was waiting for crystal clear water and a comfortable hammock on which to lie down!

In the early afternoon we visited by boat the reserve of the Biosfera Ría di Celestún, surrounded by a mangrove forest (the water is in fact red) and see all the animal species to be so closem, excited me so much! The wild Pink Flamingos were absolutely my favorites! Our second leg was the capital of Yucatàn, the city of Mérida, where we had a chance to visit the beautiful and colorful streets (called calle) and enjoy the dishes. As you know, following me on Instagram, I am fans of Mexican food and the nachos freshly prepared at the restaurant La Chaya Maya La Casona were really great.

Heading south, I stayed at the Hotel Hacienda Temozon which is part of the Luxury Collection and has been one of my favorites. It breathed the Mayan atmosphere just as you think the popular imagination, the most exciting moment was visiting the Uxmal ruins, a World Heritage Site. the millennial beauty of these pyramids are left me speechless.

The excitement is not over: the Xocenpich Cenote is a magical place that will never recommend. These ancient caves contain fresh sweet water, perfect for taking a dip after considering the very high temperatures. But even better was to visit the slopes, the Cenote Tecoh, deep more than 40 meters and can be reached by jumping through ropes, returning children.

Our journey continued to Chichén Itzá, where we continued our exploration in the Mayan culture. The temple is included in the list of the seven wonders of the world. The site stretches with imposing stone structures, but the “real star” is the temple of Kukulkan, a pyramid with endless stairways!

A stop not to be missed in Mexico? Rosas Y Xocolates, who won the award for best restaurant in the country, and more are all pink! Go there for lunch and I assure you that you will do great photos. The last day we went to IZAMAL, called the yellow town, because of the predominant color in the construction of houses. My trip to Mexico was definitely one of the most challenging of this 2016, full of pleasant surprises, but a unique experience which I highly recommend!

 

img_6370 img_6373 img_6411 img_6379 img_6434 img_6455 Processed with VSCO with c8 preset img_6438 Processed with VSCO with e3 preset Processed with VSCO with e3 preset img_6461 img_6656 img_6554 Processed with VSCO with e3 preset img_6687 img_6680 Processed with VSCO with c3 preset img_6737Processed with VSCO with c8 preset Processed with VSCO with c7 preset Processed with VSCO with c7 preset img_7052 img_7010 img_7077 img_7377 img_7238 img_7426 img_7416 img_7443 Processed with VSCO with c7 preset img_7868 Processed with VSCO with c7 preset img_7460